Autobus, tram, treni, automobili, metropolitane, moto… Raggiungere il posto di lavoro è diventato un vero problema per chi abita in periferia e lavora in città.

Si è pendolari con ogni mezzo di trasporto per coprire quotidianamente distanze tra i 10 – 15 km ma quasi mai con la bicicletta…

Ma è davvero pericoloso, scomodo, noioso e stancante essere pendolari in bici?

La mia esperienza, dopo più di un anno da “ciclopendolare”, smentisce questa tesi. Impiego meno tempo in bici che con i mezzi pubblici, faccio del movimento, arrivo più rilassato a destinazione e risparmio un sacco di soldi.

Vista la positività della mia esperienza ho deciso di condividere su questo blog alcuni semplici consigli che possono trasformare il pendolarismo in una bella esperienza quotidiana.

Per iniziare il racconto ho deciso di farmi aiutare da Paolo Zaninelli che ha realizzato e montato questo breve video.

Buona visione!

 

Pendolarismo in bici – ciclopendolo.com from ciclopendolo on Vimeo.

9 thoughts on “Pendolarismo in bici – la mia esperienza”

  1. Sottoscrivo in toto il tuo video. Anch’io vivo fuori Milano e lavoro a Milano e ogni giorno faccio 26 Km per andare al lavoro e altri 26 per tornare… E faccio comunque prima rispetto a mezzi e auto.
    Ah. E anch’io cicloturista. Mi mancano le granfondo 😛

  2. Complimenti per il blog e per il video!
    Pratico mtb e anche io, dalla prossima primavera, andrò al lavoro in bici, 22km andata +22km ritorno, la distanza non i preoccupa (anche se al ritorno devo fare 3km di salita con 300mt di dislivello) per niente, mi preoccupano più le auto e il dover pedalare su statali piuttosto trafficate. Adoro la mtb proprio per questo, per la possibilità di pedalare dove non esiste traffico, oltre all’adrenalina delle discese 😉
    Per andare al lavoro penso che convertirò una mtb vintage, 26″ in acciaio con forcella ammortizzata, montandogli una forcella rigida e delle gomme più stradali.
    Non vedo l’ora che torni la bella stagione per fare questo esperimento!
    Buone bicicletta a tutti!!!!!

    1. Grazie davvero per i complimenti! I copertoni stradali, anche su ruote da mtb, rendono le ruote davvero scorrevoli! A breve inizierò a pubblicare una serie di post con alcuni consigli anche sull’abbigliamento invernale. Magari li troverai utili e ti verrà voglia di anticipare l’esperimento 😉

  3. Sottoscrivo appieno la tua esperienza. Anche io, con alterne vicende, cerco di andare al lavoro in bici con una certa costanza. Quando ci riesco umore, salute e portafoglio ne guadagnano.
    La distanza percorsa è di circa 13 km per il solo percorso di andata.
    Mi piacerebbe sapere come ti regoli in caso di pioggia, per il momento non ho ancora “scavalcato” questo muro, quindi aspetto a breve un post in cui affronti questo argomento.

    Nella speranza di leggerti presto ti saluto cordialmente.

    Nunzio

    1. Ciao Nunzio. Effettivamente la pioggia è una bella noia. In queste settimane ho avuto parecchi impegni che mi hanno tenuto lontano dal blog. A breve ricomincerò a postare altri consigli.
      Continua a seguirmi!

      Jacopo

  4. Ciao,
    Io abito in zona Monza e sono intenzionato seriamente a provare l’esperienza di andare al lavoro con la bici 12+12km (andata e ritorno).
    Mi sto organizzando di conseguenza, sarà un pò dura inizialmente lasciare auto e scooter, ma ci voglio credere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *